LEGENDA E LEGGENDE

Le imprese dei piloti del passato hanno nutrito la nostra passione per le due ruote. Oggi quella passione ha preso forma nelle moto IDM, ma non possiamo dimenticare da dove è nata. Così ogni anno IDM dedica una moto ad uno dei grandi pionieri dello sport motociclistico.

massetti-gileraNel 1926 a maggio a Parma nasce Umberto Masetti, un vero talento. Nel 1950 in sella ad una Gilera 500 regala all’Italia il primo mondiale di motociclismo nella classe regina; risultato che ripeterà due anni dopo, sempre su Gilera. 

liberatoNel 1957, dopo avere vinto nei due anni precedenti il campionato italiano, il cavaliere d’acciaio Libero Liberati vince il campionato mondiale di motociclismo nella classe 500 ancora in sella ad una Gilera. Nonostante Libero sia nato a Terni, città dell’acciaio, il suo soprannome gli è dato dalla sua storica rivalità con Geoff Duke, il duca di ferro.

sfondoDopo di lui sono altri due i britannici che vincono il motomondiale 500, John Surtees, e l’imbattibile Mike Hailwood. Imbattibile finché all’Agusta non decidono di mettergli accanto, come compagno di squadra, un giovane talento italiano: Giacomo Agostini – Brescia 16 giugno 1942 – 15 volte Campione del mondo, è un vero e proprio monumento del motociclismo ed è ad oggi il più grande campione di tutti i tempi in questo sport.

Perché Mino per gli intimi, Ago per tutti, non solo ha vinto 7 mondiali in 350 e 8 in 500, ma anche 18 campionati italiani e 10 Tourist Trophy, dove è stato anche il primo pilota non britannico a vincere nella categoria senior.

È difficile immaginare come qualcuno possa ripetere le sue imprese: vincere per 5 anni consecutivi sia la 350 che la 500, oggi sarebbe come se un pilota, subito dopo la gara in Moto2 salisse sulla MotoGP e per 5 anni di seguito ottenesse vittorie e piazzamenti tali da fargli conquistare i mondiali di entrambe le classi. Così come è difficile immaginare oggi che ci sia un pilota che abbia la capacità e il coraggio di correre 16 Tourist Trophy, vincendolo per dieci volte. Sull’isola di Man molti ricordano ancora le strenue battaglie tra Agostini e Mike Hailwood che, nel furore della competizione, strisciavano le spalle sui muri delle case, pur di trovare una traiettoria che consentisse di superare l’avversario.

lucchinelli-500x368Dopo l’egemonia di Giacomo Agostini nella Classe 500 del motomondiale,  per 25 anni si susseguono numerosi grandi campioni ma, fatta eccezione di Mick Doohan che su Honda vince per 5 anni dal ’94 al ’98, nessun pilota riesce a tenere il titolo a lungo. Tra i 13 campioni che si susseguono in 25 anni, due sono gli Italiani, Marco Lucchinelli nel 1981 e Franco Uncini nel 1982 entrambi su Suzuki RGT500 del team Gallina.

Marco Lucchinelli è un pilota unico nel suo genere: un ribelle, un sognatore, un pilota continuamente bersagliato dalla sfortuna. Se le sue moto non avessero avuto così tante avarie, causa spesso di cadute ed infortuni, i mondiali di Cavallo Pazzo sarebbero stati forse due o tre.

uncini
Il Marchigiano Uncini inizia a correre a 19 anni. Dopo avere guidato diverse moto, compra una suzuki 500 e inizia a gareggiare nel 1979 con un team privato.  Ai dirigenti della Suzuki che lo consideravano troppo esile per guidare una 500 a 4 cilindri risponde che “la moto va guidata, non spezzata in due”, e il mondiale vinto nel 1982 gli da ragione.

 19 anni dopo il titolo di Franco Uncini e 25 anni dopo l’ultima vittoria di Giacomo Agostini, nel 2001, s’affaccia nei circuiti la leggenda del motociclismo dei tempi moderni.

gbl-rossiValentino Rossi – Urbino 16 febbraio 1979 – 9 Volte Campione del mondo è l’unico pilota della storia del motociclismo ad avere vinto il motomondiale in 4 classi differenti: 1 titolo nella Classe 125, 1 titolo nella Classe 250, 1 titolo nella nella classe 500 , 6 titoli nella MotoGP. È l’unico pilota della storia ad avere vinto gran premi per 14 stagioni consecutive, l’unico ad avere vinto nella top Class con 5 tipi differenti di motociclette. Sono innumerevoli i record detenuti da Valentino e la maggior parte di questi sono impossibili da eguagliare. Ma su di lui ci sarà ancora tanto da dire e da scrivere perché, mentre noi costruiamo le nostre moto e il nostro sito, il Dottore continua a correre, a vincere, e a farci sperare nel suo 10° titolo mondiale.

RICERCA

badge_con_scritta_white

HOME      |      LAVORI IN CORSO      |      MEDIA & SHOW      |      PHOTO & VIDEO      |      CONTATTI

© Italian Dream Motorcycle di SG | P.I.07290791214 |  designed by Marco Galletti Digital Art 

SEGUICI