risorsa-1

COLLEZIONE TRIPLA

LA STORIA

Collezione Tripla

Il progetto tripla è ispirato ad un’icona del mondo delle due ruote, la speed triple. Nello stesso tempo, vuole essere un omaggio a Carlo Talamo, uno dei suoi creatori. Carlo partì da lontano, nella storia della triple: iniziò partecipando al progetto della trident 900, la madre di tutte le triple, poi contribuì fattivamente alla creazione della speed stessa, prima inventando il nome, poi seguendo e guidando tutte le evoluzioni della specie. In particolar modo illuminante per noi è stata la definizione che lo stesso Talamo diede di questa straordinaria moto. Era il ’94, la speed triple s’affacciava allora sul mercato nella sua prima versione, quella con un solo faro rotondo. Fu allora che Talamo scrisse, nella prima di tante memorabili pagine pubblicitarie dedicate a questo modello: – è la prima Cafè Racer dei tempi moderni.

Non bisogna dimenticare che la Speed Triple nasceva in casa Triumph come la risposta al lancio dell’archetipo del genere naked, la meravigliosa e innovativa Ducati Monster, presentata al salone di Colonia nel 1992. Per l’irriverente britannica, arrivata l’anno successivo, non fu difficile farsi notare con il suo carattere rabbioso e i suoi quasi 100 cavalli, contro i 70 scarsi del gioiello italiano disegnato da Galluzzi. Con l’esuberanza che è la sua caratteristica, la speed triple in soli 4 anni passa dal tavolo da disegno al mito: le sue apparizioni cinematografiche nel blockbuster Mission Impossible e nel film di culto Matrix l’hanno fatta conoscere ad un pubblico enorme, che se ne è subito innamorato. La speed dai caratteristici occhi grandi e sgranati ha avuto numerose evoluzioni e continui aggiornamenti. Tra tanti, memorabile e particolarmente riuscito è il modello 2007, tanto fortunato da generare addirittura un piccolo mostro, la street triple. Sempre tre cilindri, con un motore di soli 675cc che sviluppa però una potenza specifica inaudita nelle moto di serie: ben 106 cavalli, con una coppia spaventosa già dai bassi regimi. Numeri e caratteristiche che, insieme alla straordinaria originalità della linea, contribuiscono a creare quel mito intramontabile che rivive nelle creazioni IDM.

LA MOTO

Triple 0.0 Competizione

E’ l’evoluzione naturale della 0.0 nella nuova versione competizione. Cambia il look, ma anche l’anima.

Questa è una moto profondamente diversa: la base innanzitutto è quella di una Speed Triple 1050, 1050cc per portare il potente 3 cilindri a iniezione dai suoi gia terribili 130cv fino ai mostruosi 145cv ottenuti grazie allo straordinario lavoro delle nostre officine.

Tutto quello che non abbiamo realizzato ad hoc per questa moto lo abbiamo sostituito con i componenti di migliore qualità utilizzati nelle gare realizzati in esclusiva per noi dalle migliori aziende specializzate, come le pedane in alluminio ricavate dal pieno  e carbonio nero realizzate per la nostra linea da Bonamici Racing. Volevamo dare un senso a quella parola Competizione, e siamo sicuri di esserci riusciti. Grazie ai pneumatici Pirelli Diablo corsa che avvolgono i meravigliosi cerchi a raggi anodizzati oro della linea IDM cosi come il telaio perimetrale in alluminio, che ha avuto un trattamento in diversi bagni e una verniciatura speciale per potere ottenere quel risultato. Tutte le sospensioni anteriori e posteriori sono dedicate Ohlins, le forcelle radiali di nuova generazione e il mono ammortizzatore, entrambi estremamente regolabili per migliorare l’efficacia su ogni tracciato e offrire al mezzo grande stabilità e precisione nella guida, regalando un surplus di elasticità. Le pinze Radiali Brembo ovviamente Serie Oro chiudono nella loro morsa a 4 pistoncini i due dischi Super Sport, che danno una eccellente modulabilità e garantiscono una frenata da 1,3 G. Sulla Piastre artigianali ricavate dal pieno trova appoggio lo strumento mutlifunzione top gamma digitale miniaturizzato di Motogadget che ci ha fornito anche il sistema di avviamento mediante sensore di prossimità. Il manubrio e le manopole Accossato Racing che come per la Tripla 0.0 ci ha realizzato delle pulsantiere speciali per i comandi della moto. La mezza carena In Alluminio Battuto a mano rivela anche un po del telaio nella sua speciale e caratteristica colorazione. Viene poi venduta con due cupoloni, uno completamente nero che può essere utilizzato in pista come porta numero, ed uno in fibra, che rivela il classico doppio faro solo quando questo è acceso. Quei due occhi da matto, come li chiamava Carlo Talamo.

CARATTERISTICHE TECNICHE

1050_gold

PROGETTO E REALIZZAZIONE: SERGIO GIORDANO
PRODUZIONE LIMITATA A: 5 ESEMPLARI
MOTORE: 3 CILINDRI IN LINEA
CILINDRATA: 1050cc.
POTENZA: 130 CAVALLI ALLA RUOTA
RAFFREDDAMENTO: A LIQUIDO
ALIMENTAZIONE: INIEZIONE
IMPIANTO DI SCARICO: DEDICATO 3 IN 1 IN 3
TRASMISSIONE PRIMARIA: A INGRANAGGI
TRASMISSIONE SECONDARIA: A CATENA
CAMBIO: MECCANICO 6 MARCE
CABLAGGIO: DEDICATO
ACCENSIONE: ELETTRONICA
TELAIO: MODIFICATO
SOSPENSIONE ANTERIORE: FORCELLE RADIALI OHLINS
PIASTRE: IDM RICAVATE DAL PIENO
SOSPENSIONE POSTERIORE: MONO AMMORTIZZATORE OHLINS
FRENI ANTERIORI: PINZE BREMBO DOPPIO DISCO
FRENO POSTERIORE: PINZE STOCK DISCO SINGOLO
PEDANE: IDM REALIZZATE AL CNC IN ALLUMINIO E CARBONIO NERO
MANUBRIO: ACCOSSATO RACING
STRUMENTAZIONE: MOTOGADGET DIGITALE
POMPE E FRENO FRIZIONE: ACCOSSATO RACING
COMANDI: DEDICATE ACCOSSATO RACING
AVVIAMENTO: MEDIANTE SENSORE DI PROSSIMITà
LUCI ANTERIORI E FRECCE: FRECCE STOP E POSIZIONE AL LED
LUCI POSTERIORI E STOP: STOCK/LED
SERBATOIO: STOCK
SELLA: PELLE E ALCANTARA
CUPOLINO: FIBRA
CARENE:
INTERASSE: 1429
CERCHI: IDM A RAGGI SERIE ORO
PNEUMATICI: PIRELLI

REALIZZA IL TUO SOGNO

Vi invitiamo a mettervi in contatto con noi per darvi tutte le informazioni necessarie sui modi e tempi di acquisto/ordine/prenotazione del mezzo.

Se avete completato tutta la procedura indicata, scegliete la forma di pagamento concordata.

RICERCA

badge_con_scritta_white

HOME      |      LAVORI IN CORSO    |         CALENDARIO ED EVENTI      |      PHOTO & VIDEO      |      CONTATTI

© Italian Dream Motorcycle di SG | P.I.07290791214 |  designed by Marco Galletti Digital Art 

SEGUICI